Roma, città non più eterna

L’evacuazione dell’immobile di via Frattina 101, a due passi da piazza di Spagna, è solo l’ultimo fatto di cronaca che mette in luce una situazione tragica(critica) delle condizioni di molti edifici di Roma, ma in generale del Bel Paese.

Dopo aver ricevuto una segnalazione per problemi edilizi, la verifica da parte dei vigili del fuoco ha decretato l’inagibilità dello stabile a causa del cedimento di alcune travi che ne hanno compromesso la stabilità.

L’edificio risulta a rischio crollo e quindi è stato evacuato. I locali presenti all’interno dell’edificio sono stati dichiarati “inagibili”. I sigilli sono stati apposti non solo alla famosa attività commerciale, ma anche ad alcune sale di un B&B con cinque stanze, tutte occupate in questi giorni da almeno una decina di ospiti.

Tra le possibili cause del cedimento strutturale si pensa, che oltre alla vetustà delle travi, abbiano influito anche dei recenti lavori di ristrutturazione al piano terra dell’edificio e la presenza del cantiere ai piedi dello stabile per l’installazione di un ascensore.

Fortunatamente si è riusciti ad intervenire prima di un eventuale disastro. La recente serie di crolli su tutto il territorio romano evidenzia la necessità di controlli costanti sugli edifici e su ogni tipo di struttura. Secondo Fabrizio Santori, Consigliere di Roma Capitale e Presidente della Commissione di Sicurezza: “Serve un attento e costante monitoraggio del patrimonio immobiliare, in particolare nel centro storico, dove spesso si registrano distacchi di intonaco e caduta calcinacci che mettono a repentaglio i cittadini”.

Roma sta letteralmente cadendo a pezzi, città non più eterna.È tempo di intervenire.

Scricchiolii e crepe, individuati precedentemente, erano stati trascurati. Un sistema di monitoraggio avrebbe potuto rilevare e notificare i problemi in maniera tale da fornire informazioni sullo stato di salute dell’edificio e di poter intervenire prima del cedimento.

Quakebots è il sistema di monitoraggio strutturale in grado di registrare ogni più piccola vibrazione che potrebbe colpire l’edificio e di notificare immediatamente se ci sono accelerazioni importanti o fuori norma che potrebbero comprometterne la stabilità. Il sistema è in grado, quindi, di registrare lo stress, cui è sottoposta la struttura, generato da ogni tipo di attività antropica o da eventi sismici.

Il sistema Quakebots sfrutta le migliori innovazioni in ambito Iot, Cloud ed Intelligenza Artificiale per creare un sistema integrato di sensori intelligenti ad alta affidabilità uniti ad una piattaforma cloud.

È possibile scoprire tutte le funzioni del sistema Quakebots tramite questo link  https://www.quake.cloud/

lucaciciotti

This entry has 0 replies

Comments are closed.